1976 - L’austerità al potere. Immaginazioni della crisi

1978
(Sulle interpretazioni del “Discorso di Genova” di Enrico Berlinguer – 17.09.1978-) Su molti aspetti di questo discorso il dibattito rimarrà aperto ancora a lungo… Sconforta constatare come in Italia anche la stampa più avvertita e i giornalisti più sensibili rimangano spesso sordi di fronte alle proposte di sostanza, quelle che attraversano la logica interna dei problemi, e si eccitino invece non appena avvertono, o credono di avvertire, il frastuono di tromba dell’agitazione verbale
1976
Immaginazioni della crisi di: Umberto Agnelli – Alberto Astor Rosa – Giorgio Bocca – Edoardo Calleri – Paolo Franco – Walter Mandelli -Massimo Mila – Diego Novelli – Ugo Perone – Sergio Quinzio – Vittorio Sermonti – Luciano Violante – Alberto Arbasino – Gianni Baget Bozzo – Giulio Bollati – Giulio Einaudi – Giorgio Manganelli - Mario Missiroli – Giulio Paolini – Giovanni Porcellana – Giuseppe Salerno – Gianpiero Taverna – Ugo Zatterin
1978
Si parlò, dopo l'Eliseo (gennaio 1977 convegno dove Berlinguer lanciò nel dibattito politico e cultuale italiano l'austerità come leva di sviluppo e trasformazione dell'Italia) di "ideale della cinghia", anzi di utopia regressiva. Nata come proposta per combattere la recessione e uscire dal dilemma "espansione drogata più inflazione oppure deflazione più riduzione produttiva", l'austerità venne confusa con la crescita zero e quindi con la recessione…
Abbonamento a 1976 - L’austerità al potere. Immaginazioni della crisi